» etologia

Musicanti naturali

Postato il by corisco nella categoria Volumi monografici | Lascia un commento  

copertinaMusicanti naturali.
Prospettive biologiche sulla vocalità animale e umana

di Alessandra Anastasi

2016 – 978-88-98138-20-3

acquistaCosa ci rende animali musicali? Quale è stato il ruolo della musica nella storia evolutiva dell’essere umano? Rispondere a tali questioni implica il riconoscimento della musica come tratto biologico e cognitivo e non solo connotato culturalmente ed esteticamente. L’analisi interdisciplinare a cui si fa riferimento in questo lavoro, consente di smontare le ipotesi antropocentriche e discontinuiste applicando l’idea di derivazione filogenetica e di vincolo biologico per tutte le funzioni cognitive animali e umane, vocalità articolata inclusa. Musica, canto e linguaggio sarebbero figli di un continuum evolutivo in cui, il rapporto di continuità con i sistemi di comunicazione animale, in termini di strutture e capacità, ha consentito la nascita del nostro attuale kit di comunicazione.

Evoluzionismo e comunicazione

Postato il by corisco nella categoria Volumi monografici | Lascia un commento  

Evoluzionismo e comunicazione – Alessandra Falzone

Evoluzionismo e comunicazione. Nuove ipotesi sulla selezione naturale nei linguaggi animali e umani
di Alessandra Falzone
2012 – ISBN 978-88-98138-01-2

acquista

La comunicazione è tema di interesse centrale per gli studi sulla cognizione umana e animale. Quando si parla di comunicazione si fa riferimento a un modello che di norma funziona all’interno della stessa specie. In questo lavoro viene proposta l’idea secondo cui la comunicazione interspecifica è presente in maniera diffusa tra le specie animali e assume un valore adattativo pari, se non superiore, a quella intraspecifica. La trasmissione di segnali tra specie differenti entra in gioco in momenti fondamentali per la sopravvivenza di un individuo: la difesa dai predatori (nelle varie possibili declinazioni) e la salvaguardia delle risorse. L’osservazione etologica, infatti, ci ha consegnato un quadro adattativo del tutto inaspettato: spesso la comunicazione si basa sulla esibizione di “penalità” anatomiche e funzionali che fungono da garanzia della attendibilità del messaggio trasmesso. Questa è una spiegazione plausibile dello stotting, un comportamento apparentemente strano che le gazzelle utilizzano di fronte a un predatore, esibendosi in tutta la loro forza in una serie di ampi salti, invece di scappare mimetizzandosi. Questo principio è applicabile anche al linguaggio umano, abilità cognitiva instanziata su strutture anatomiche che hanno rappresentato per la linea umana non un vantaggio immediato, ma un handicap. La gracilizzazione del volto e l’abbassamento della laringe rappresentano degli esempi tipici del funzionamento del principio dell’handicap.

Altruismi

Postato il by corisco nella categoria Volumi monografici | Lascia un commento  
Copertina

Altruismi – Consuelo Luverà

Altruismi. Saggio di etica animale e umana
di Consuelo Luverà
2012 – ISBN 978-88-87820-3792

acquista

In generale quando si pensa all’altruismo si fa immediato riferimento agli atti disinteressati di generosità messi in pratica, talvolta, dagli esseri umani. È meno consueto, invece, immaginare una mangusta o, ancor di più una formica, intente a prodigarsi per il benessere altrui. Ciò accade perché il comportamento altruistico, così com’è inteso nell’immaginario comune, sembra richiedere alcune abilità cognitive possedute unicamente dall’uomo. L’osservazione e lo studio della natura, al contrario, ci rivelano che forme diverse di altruismo sono diffuse ampiamente in tutto il regno animale: dagli insetti ai primati molte specie diverse manifestano comportamenti altruistici e cooperativi differenti per modalità e raggio di azione. In una prospettiva evoluzionistica, tuttavia, l’altruismo rappresenta un apparente paradosso: come può un comportamento che avvantaggia gli altri a discapito di se stessi essere favorito dall’evoluzione? Come mai gli altruisti non si sono ancora estinti? Lo studio del fenomeno dell’altruismo in prospettiva evoluzionistica ed ecologica riesce a far luce su tali interrogativi, rivelando, inoltre, quanto siano fuorvianti le nozioni di egoismo genetico e di altruismo culturale.

Le varie forme di altruismo documentate in natura sono vincolate agli equilibri che ogni specie animale stabilisce con l’ambiente ecologico e sociale in cui vive, concretizzandosi in condotte morali contingenti, pattern comportamentali specifici o generali, o ancora, come nel caso dell’uomo, sistemi etici simbolici complessi.